mercoledì 23 novembre 2011

Diffidate della televisione...


Nell’era degli sposi squattrinati, nell’era del “no, grazie, wedding planners” e del “benvenuto fai da te!” la prima cosa che dovete imparare è:

DIFFIDATE DELLA TELEVISIONE!!!!!!!



E’ ormai consuetudine per le future spose (soprattutto, dato che i futuri mariti si defilano, come al solito, lasciandosi alle spalle solo l’eco della sdolcinata frase “amore, fai tu, a me basta che tu sia felice!”) dedicare una buona metà del tempo dedicato all’organizzazione delle nozze a guardare i programmi tv sui matrimoni degli altri.
Questo simpatico spionaggio televisivo produce però, ahi noi, diversi effetti devastanti nelle poverine, effetti di cui non si rendono pienamente conto.

Sempre fedeli al motto “salviamo la sposa!”, proviamo ad analizzarne qualcuno:

-         Il primo effetto è il cosiddetto "EFFETTO LOVOGLIOUGUALE”, consistente nel prendere appunti mentalmente per riprodurre esattamente ciò che vediamo nel matrimonio di quegli altri due sposi sconosciuti.
La cosa che nessuno prende in considerazione è che cio’ che il wedding planner di grido del momento fa passare come una sciocchezzuola, in realtà è il più delle volte un’operazione milionaria…tipo far cucire a mano ciabattine in morbidissima pelle scamosciata per far star comode le invitate che vogliono scendere dai loro tacchi 12, 


far fare al telaio manuale pashmine in caso di umidità la sera, ecc….tutto questo ha un prezzo chiaramente alto e l’effetto, vi garantisco, non è lo stesso se poi, per risparmiare, passate alla seconda fase (vedi sotto);

-         “EFFETTO LOVOGLIOUGUALE MA SONO FURBA E LOFACCIOSIMILEMACHECOSTADIMENO”: wow! Questa è la fase di passaggio tra la ciabattina in camoscio cucita a mano e l’infradito in gomma colorata da 2 euro al paio al mercato! Terribile!!!!!!


-         "EFFETTO L’HOFATTOUGUALE…MA NON HO PROVATO PRIMA COME VENIVA”…; se copiate qualcosa dai matrimoni degli altri…fate prima le prove! Se, per esempio, vi piacciono le candele galleggianti, prima di acquistarne in quantità (pensando anche di aver fatto un affare dato il prezzo) prendetene un paio e provatele a casa, altrimenti rischiate di trovarvi al ricevimento con le candele tutte spente perché non avevate controllato che durata avessero (magari di sole 2 ore) o perché sono miseramente “annegate” per scarsa qualità della cera o dello stampo!
Vi sfido, poi,  a copiare qualcosa di particolare! Una volta ad uno di questi matrimoni mostrati in tv, per esempio, ho visto utilizzare come centro-tavola degli enormi cilindri pieni d’acqua e di pesciolini rossi….wow, che bello, mi sono detta! Poi a mio figlio ed a mio nipote, ad una festa, hanno regalato quei simpatici pesciolini e, la sapete una cosa? Quegli adorabili pesciolini fanno cacca ad ogni minuto-secondo! 


Wow…. che belli devono essere stati quei centro-tavola dopo appena mezz’ora di pranzo, una delizia mangiare con quel panorama!!!!!

-         “EFFETTO TRIONFO”, ma trionfo di che??????? Trionfo, tripudio, moltitudine, abbondanza…di fiori, di cibi, di confetti, di regali, di colore (monocolore, ovviamente…), di petali, di nastri, di regalini-bomboniere-segnaposto…insomma, ma l’antico detto “il troppo stroppia”? Qualcuno lo conosce? 

     Perché mai un semplice calice in cristallo per brindare dovrebbe essere migliore se infiocchettato con un nastrino lilla (in tinta con tutto il resto, comprese le mutande dello sposo)? Sicuramente non acquista eleganza….

-          “EFFETTO WEDDING PLANNER CHECEVO'”, il peggiore di tutti!
Eccovi un bell’esempio:
un famoso wedding planner ha un’idea (che ovviamente poi tutti gli altri wedding planners famosi o meno, responsabili di allestimenti, fioristi, ecc. copiano più o meno bene), …tutto rosa, tutto lilla, tutte sfere fiorite, tutte lastre di specchio sui tavoli, tutti i confetti in vasi di vetro, solo fiori in enormi vasi di porcellana bianca all’ingresso della chiesa, ecc….da quel momento “quello” vuol dire matrimonio! Cioè solo un’enorme torta a piani, tutta glassata e piena di polistirolo, è una vera wedding cake…tutte le altre non sono torte!
Il risultato è un matrimonio in serie, uguale a tutti gli altri e neanche tanto bello se, come mi è capitato di vedere, le idee rubate vengono poi realizzate in maniera pedestre…cioè: se usate gli specchi, controllate almeno che non siano sbeccati…


e se usate le mele verdi per decorare i tavoli da buffet…vi prego…togliete i bollini con su scritto “marlene”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
(questo l'ho visto con i miei occhi...)

4 commenti:

La Strega ha detto...

si impara sempre!! di sicuro non cederò al desiderio di strafare, anzi... può darsi che crollerò sul monocolore, coordinando le mutande del marito ai fiocchetti sulle bomboniere, ma è da una vita che coordino tutto in modo maniacale!

Anonimo ha detto...

Sul monocolore è facile cadere, alla fine anch'io volevo che fosse tutto verde! Secondo me una trappola molto peggiore è quella del "troppo stroppia"...più passano i mesi e più si tende a voler aggiungere elementi senza riuscire a fermarsi in tempo!!! Se poi si viene a sapere che qualche altra sposa ha fatto delle cose e noi no scatta l'ansia di imitazione!!! Della serie:" Segnaposti?? Nessuno mi ha detto che ci volevano anche i segnaposti!! E ora cosa mi invento???"

Giulia ha detto...

Scusate, sono io, non so perchè mi è uscito come Anonimo! :)

Maria Consilia (Caprimoments) ha detto...

ciao simona è da un pò che ti seguo ma sempre in modo silenzioso... oggi ho deciso di parlare perchè devo farti i miei complimenti!!!! Gli argomenti che tratti sul blog sono molto molto interessanti..Da poco ho dato vita anche io al mio spazio nella rete.. e spero tanto di diventare brava quanto te...

Un bacio Maria Consilia...

PS ma sei di Avellino? Io Capri...:)