domenica 9 settembre 2012

Come organizzare un matrimonio senza dare di matto! I consigli di Simona (salvatelasposa) e Giulia (sposasquattrinata.blogspot.com)!



Quando si organizza il matrimonio si entra in un vortice di follia nel quale le spose si snervano a programmare ogni cosa nei minimi dettagli, pensando, poverine, di garantirsi così la buona riuscita del Giorno Perfetto. Sarei ipocrita se vi dicessi di non esserci caduta anche io, in questa sindrome da "Maestro di Cerimonie".... all'inizio mi sembrava di riuscire a gestire tutto alla perfezione, e continuavo ad aggiungere particolari per rendere il mio giorno AncoraPiùPerfetto.
Più si avvicina il giorno X e l'elenco dettagliato delle cose da gestire, organizzare, coordinare aumenta, e più la Sposa inizia a vacillare, perdendo prima la sua serena calma zen (quella quasi subito, per la verità), poi la sua lucidità, e infine il suo autocontrollo. Per limitare i danni, possono esservi utili questi consigli generati non da una particolare saggezza, ma dalla semplice esperienza della Sposa Squattrinata.

1 .DELEGA. Lo so, noi Spose siamo convinte segretamente di essere le uniche veramente in grado di seguire alla perfezione tutti gli aspetti dell’organizzazione.... ma farsi aiutare, oltre ad essere una necessità e una salvezza, può diventare anche molto divertente. Se ad esempio avete la fortuna di avere delle sorelle approfittatene e delegate più che potete, anche perchè potrete sfogare sulle malcapitate la vostra ira funesta quando qualcosa andrà storto (vedi punto 4). Vivendo lontana dalla mia famiglia, ero convinta che avrei fatto tutto da sola, ma quando mi sono miseramente resa conto che non ce l’avrei fatta, sono corse in mio aiuto mia cognata e numerose amiche, e tutte insieme ci siamo dedicate all’annosa questione delle bomboniere. Abbiamo passato intere serate a chiacchierare e mangiucchiare confetti mentre li mettevamo nei sacchettini, e abbiamo condiviso momenti che ricorderò con la lacrimuccia per tutta la vita...

2. USA LA TECNOLOGIA. MA NON TROPPO. Come vi sarete accorte, su internet è tutto un fiorire di siti, forum e blog (ehm ehm...) che trattano più o meno seriamente l’argomento “nozze”...
Per me è stato utilissimo, ho trovato suggerimenti, idee e consigli, che mi sono serviti anche per risparmiare. Grazie alla rete è capitata sulla mia strada di Sposa allo sbaraglio anche una preziosa consigliera, la mia wedding planner virtuale e rigorosamente gratuita Simona, che è stata una vera e propria salvatrice quando non sapevo dove sbattere la testa con gli addobbi floreali o le scarpe da sposa!
Attenzione, però, perchè internet può essere un’arma a doppio taglio e diventare un terribile amplificatore delle peggiori follie matrimoniali di cui sono vittime le spose sparse per l'Italia! Mi sono ritrovata in un forum in cui le future spose si scambiavano le previsioni metereologiche per il giorno del loro matrimonio (anche se magari mancavano ancora 6 mesi) andando a cercare negli archivi del meteo che tempo aveva fatto il giorno delle loro nozze negli ultimi 10 anni!!!!
Il pericolo è di cadere vittime dell’Ansia da Confronto tra Spose (“...se Principessa82 e Micetta hanno fatto i segnaposti forse allora VANNO FATTI!!!...” ) nonchè la scoperta dell’esistenza di infiniti dettagli e particolari a cui magari nella vostra beata ignoranza non avevate minimamante pensato (“...potrei anch’io far volare delle colombe all’uscita della chiesa come Sposina84!“)
Se ci si rende conto di essere cadute in questo baratro di follia, (ebbene si, anch'io sono andata a controllare se il 10 settembre di 10 anni fa pioveva o splendeva il sole...) meglio spegnere definitivamente il computer e tornare nella vita reale, anche perchè il tempo stringe ed è molto più utile darsi da fare!!

3. I RIMEDI DELLA NONNA FUNZIONANO SEMPRE. Ora è uso comune che le future spose prenotino per tempo tutta una serie di trattamenti relax e benessere per arrivare radiose e splendenti al Grande Giorno. Ci sono molti centri estetici che prevedono dei veri e propri Pacchetti Sposa con massaggi, lampade, maschere illuminanti che si susseguono secondo una rigida tabella di marcia.
L’alternativa “squattrinata” e secondo me anche più divertente sono i rimedi della nonna, o della zia, o di chi volete voi. Chiedete alle donne della vostra famiglia cosa facevano le spose ai loro tempi per prepararsi alle nozze, se c’erano tradizioni, piccoli rituali o ricette segrete, e provate a metterle in pratica a partire da un mese prima del matrimonio. Io ad esempio ho sperimentato il miracoloso effetto della maschera con uovo e succo di limone consigliatami dalla moglie di mio padre, e la mattina del matrimonio, dato che alle 5 io e mia madre eravamo già con gli occhi a palla sveglie come grilli, ci siamo concesse 10 minuti di “centro benessere casalingo”, stese sul letto al buio con quell’intruglio spalmato in faccia, a gustarci un piccolo momento di silenzio e di quiete prima dell’inizio della baraonda. E il nostro viso è stato senza alcun dubbio luminosissimo e splendente per tutto il giorno!

4. Come ci insegna la legge di Murphy, SE QUALCOSA PUO’ ANDARE STORTO LO FARA’. Per quanto vi impegnerete a cercare di prevenire gli imprevisti, ce ne saranno comunque moltissimi. Non voglio farvi venire l’ansia raccontandovi come alle 9 di mattina, mentre la parrucchiera mi pettinava, sotto le mie finestre si è presentato il camion dello spurgo chiamato dal sollecito vicino di fronte.......nè come il 30% dei miei invitati si siano persi lungo la strada nonostante le cartine che avevo distribuito a tutti, nè che una delle mie colleghe al pranzo è rovinosamente caduta dai tacchi centrando in pieno un cameriere che portava un enorme vassoio di bicchieri disposti a piramide (ne è uscita comunque miracolosamente illesa).
Questi sono solo alcuni dei meravigliosi imprevisti che possono animare il vostro matrimonio, ma ce ne sono un’infinità, quindi, tanto vale accettare questo come un fatto ineluttabile e anzi sperare che ne accadano il più possibile, almeno quando i vostri invitati tra 10 anni tireranno fuori la vostra bomboniera dalla vetrinetta per spolverarla non si chiederanno: “ E questa di chi era?” ma diranno subito: “Ah, questa è del matrimonio di Silvia, ti ricordi, quando una tromba d’aria ha portato via il gazebo e il parrucchino di zio Antonio! E come potrei dimenticarlo!!!”

5. Come direbbe Murphy se avesse scritto una legge sui matrimoni: SE QUALCUNO PUO’ ESSERE SCONTENTO, LO SARA’.Non c’è cosa peggiore che voler accontentare tutti, perchè ci si stressa inutilmente e si va incontro al fallimento sicuro. Ciascun invitato adorerà alcune cose e non ne gradirà altre, e voi non potrete farci niente.
Per farvi capire questo concetto vi riporterò i commenti ricevuti da diversi invitati i giorni seguenti le nostre nozze:
invitato 1: “E’ stato tutto bellissimo, soprattutto tu, eri proprio raggiante, lo sposo invece era agitatissimo!”
invitato 2: “E’ stato tutto bellissimo, lo sposo era così tranquillo, tu invece eri troppo tesa!!!”
invitato 3: “Eravate entrambi bellissimi, lo sposo, sembrava che avesse sempre indossato il tight, era così a suo agio!”
invitato 4: “Eravate bellissimi, anche lo sposo, io però lo preferisco coi jeans e una maglietta, è più spontaneo!”
invitato 5: “Era tutto buonissimo, specialmente la carne, era tenerissima!”
invitato 6: “Era tutto buonissimo, solo la carne era un pò troppo cotta...”
invitato 7: “ Il cibo era buonissimo, sono ripassati così tante volte che alla fine non ce la facevamo più!”
invitato 8: “Il cibo era buonissimo, peccato che non sono ripassati, ho chiesto di riprendere le patate ma non me le hanno portate!”
E così via.....chiaro??????

E poi, ultimo ma non ultimo....

6. TIENI ALLA LARGA LA SUOCERA. Questo consiglio è valido sempre, se volete godervi liberamente i preparativi.....ma più che mai negli ultimi giorni prima del matrimonio, quando il vostro livello di suscettibilità sarà arrivato al limite, e nonsarete più in grado di tollerare qualsivoglia critica nè suggerimento che riguardi l'organizzazione matrimoniale. Chiedete allo Sposo (che fino ad ora ha fatto poco o niente) di occuparsi di lei, di tenervela lontana il più possibile e pregate che faccia pochi danni (perchè qualcosa combinerà, lo sapete, vero.....?)

 
Buona fortuna!!!!
Giulia   
Sposasquattrinata



Quando si organizza un matrimonio si entra in un vortice….in un vortice e basta….dal quale le spose possonosperare di uscire sane e salve se:
- dotate di un po’ di senso pratico;
- dotate di una buona dose di autostima;
- dotate di cervello!
Quante di voi hanno sognato il giorno perfetto in cui il fidanzato perfetto, con la musica, il chiaro di luna, in ginocchio e porgendo una minuscola scatolina di velluto nero da cui scintilla il più fantasmagorico diamante mai visto, apre le porte del Paradiso scandendo la semplice frase “amore mi vuoi sposare?”
Ok! Seconda domanda:
A quante è capitato di lanciare messaggi più o meno subliminali per circa 2 anni, fare la faccia della povera fiammiferaia triste ogni volta che vi arrivava a casa una partecipazione di nozze di qualche amica, lanciare frecciatine circa il ticchettio dell’orologio biologico e similari????
Ok!!! Ci siamo!!! Proprio questo è il punto!!!!!!
Cominciare, care future spose, a rendersi conto della differenza tra il sogno e la realtà è un po’ come quando Biancaneve smette di fischiettare con gli uccellini mentre lava le scale del palazzo e comincia a capire che la matrigna in realtà la vuole morta (e se non l’avesse odiata le avrebbe fatto forse lavare le scale del palazzo tutta vestita di stracci????).
State tranquille però! Niente panico (mi chiamo salvatelasposa per nulla?) la vostra wedding planner virtuale e gratuita ha anche lei (come il mio tesoro Giulia, la mia sposa squattrinata preferita!) degli utilissimi consigli per sopravvivere al vostro matrimonio… o meglio, all’organizzazione del vostro matrimonio (per il resto… ne riparliamo tra qualche anno!!!)

1.      ANDATE CON ORDINE. Il primo punto non è la scelta del colore dei segnaposti abbinato a quello delle mutande dei camerieri del ristorante, cosa ne pensate: non converrebbe prima decidere altro? Il punto da cui partire non è neanche la scelta della data, della chiesa o della location per il ricevimento, bensì è la compilazione della lista degli invitati.
In effetti, se ci ragionate: come potete scegliere un'adorabile chiesetta di campagna con 30 posti a sedere se poi vi ritrovate con 300 invitati? O come potete scegliere di fare il ricevimento in una splendida villa in campagna, dove si pranzerà alle 14.00 del 10 di luglio in giardino (con 35°) se poi avete circa 30 parenti di una certa età che di sicuro collasseranno?

2.      NON VI FERMATE! Per qualsiasi cosa, non fermatevi mai alla prima scelta! Se volete risparmiare dovete girare, spulciare, chiedere tutti i dettagli e vagliare tutte le alternative.

3.  INTERNET E TV SONO LE VOSTRE AMICHE-NEMICHE. Ovvero: state attente! Vi accorgerete presto che digitare la parola “matrimonio” su google o sintonizzarvi su “wedding tv” può essere molto pericoloso: vi indurrà ad allungare la lista delle cose (ovviamente inutili) da comprare o preparare per il matrimonio, vi farà andare in iperventilazione al pensiero di “loro ce l’hanno, lo voglio anche io” (fosse pure una carrozza glitterata per recarsi in chiesa…), vi farà pensare “che bello! E sembra facile da fare!” (mai pensiero è stato più sbagliato….).

4.     PENSATE AI VOSTRI OSPITILa frase da me più odiata è “il matrimonio è mio e decido io, se tal dei tali ci tiene a me, si sacrificherà”. Giuro che quando sento questo sclero! Non costringete i parenti (specie gli anziani) a lunghe file ai buffet, a mangiare in piedi, a sorbirsi musica da discoteca a tutto volume, a star seduti sotto il sole delle 14.00; non li obbligate a farsi un’ora di macchina per arrivare in chiesa e poi altre due per arrivare al luogo del ricevimento; non scegliete un giorno ed un’ora in cui nessuno, o quasi, potrebbe essere presente se non prendendo 2-3 giorni di ferie dal lavoro; pensate a chi avete invitato prima di pensare a dove e come riceverli! Alla fin fine il ricevimento di matrimonio è un momento bellissimo e felice che va condiviso con le persone care e non deve essere un supplizio per loro!

5.     WEDDING PLANNER SI O NO? Io sono l'incarnazione vivente del detto "chi fa da sè, fa per tre", sono l'antifiducia per eccellenza, sono talmente pignola, critica e precisina che non riesco a delegare mai niente (se sono costretta a farlo, controllo e ricontrollo tutto); sono capace di notare, se mi fanno visitare una location per un ricevimento, che al centro del prato inglese c'è una molletta per i panni che è caduta dal terrazzo.... questo per farvi capire che tipo di rompiscatole sono! Immaginatevi quando mi sono sposata io.... non avrei delegato l'organizzazione ad un wedding planner neanche sotto tortura! Ebbene vi dico, proprio io, che cosa mi sarei risparmiata se invece lo avessi fatto, perchè in fondo, il giorno del vostro matrimonio, o fate l'organizzatore-controllore, o fate semplicemente le spose!!!!
- Mi sarei risparmiata di dover litigare per le partecipazioni e di farle rifare 2 volte: la prima perchè erano sbagliati il carattere, il colore e l'impaginazione, la seconda perché era sbagliato il nome!
- Mi sarei risparmiata di spedire mia madre e mia sorella (io non ci potevo ovviamente andare...) la mattina del matrimonio alla villa, per controllare che apparecchiassero bene, che mettessero il segnaposto come volevo io, che non sbagliassero la disposizione dei tavoli, che non sbagliassero ad assegnare il nome a ciascun tavolo, ecc.; tra l'altro se mia madre fosse rimasta a casa non avrei dovuto intrattanere una cara signora che aveva deciso di venire a casa a portarmi un regalo ed a chiacchierare un pò mentre mi dovevo vestire, pettinare e truccare...
- Mi sarei risparmiata telefonate varie casa-chiesa perchè il prete non si decideva ad arrivare e la relativa ansia finchè non è arrivato!
- Mi sarei risparmiata di andare a dire alla band di abbassare il volume dell'amplificatore.
- Mi sarei risparmiata il mascara un pò colato a fine serata... ma cavoli nessuno me lo poteva dire di andarmi a dare una sistematina????
-Mi sarei risparmiata la "sorpresa" delle bomboniere: ma se, maniacale dei dettagli o meno, ti commissiono una bomboniera in una scatola blu chiusa da un fiore d'organza bianco, mi avrai anche fatto una sorpresa ed un "regalo" perchè a te è costato di più, ma me lo volevi chiedere se per me andava bene sostituire i miei fiori bianchi con rami di perline viola???????????

6.   SE LA RISPOSTA E’ WP NO … ALLORA DELEGA CON OBIETTIVITA’! E’ vero che il matrimonio è il vostro, che volete tutto perfetto e tutto ciò che “viene da voi” vi sembra perfetto, ma se non avete un briciolo di bravura (e di gusto) non vi incaponite a confezionare bomboniere, stampare partecipazioni in casa, ecc. Siate oneste nel valutare le vostre capacità e se non volete affidarvi a dei professionisti, almeno affidatevi ad amici o parenti che sappiano fare bene al posto vostro! Anche mio figlio di 4 anni fa degli splendidi lavoretti all’asilo, ma non li userei mai per segnaposto al mio matrimonio…

7.       LO SPOSO… QUALCUNO L’HA VISTO? Non dimenticate che ci si sposa in due, non state organizzando il vostro debutto in società!

8.  LA SUOCERA… PREFERIBILE NON VEDERLA! Nella stragrande maggioranza dei casi mamme e suocere vanno informate al momento della consegna delle partecipazioni! Quello è proprio il momento ideale: organizzate tutto con il vostro futuro marito e poi invitatele pure!

9.      RIMANETE SEMPRE VOI STESSE. Il giorno del matrimonio siate sempre voi: non passate da brune a bionde, da lisce a boccolose, da 159 cm a 175 cm, non fate la ceretta se avete sempre usato altri metodi per depilarvi (specie per i baffetti…una mia amica è arrivata all’altare senza neanche la pelle), non fate la pulizia del viso per la prima volta solo 3 giorni prima del matrimonio (visto con i miei occhi: pelle infiammata e cosparsa di brufoletti mai esistiti prima) ed evitate che gli invitati non vi riconoscano al vostro arrivo!

10. DIVERTITEVI!!!!!!!!!!!!!!!! Divertitevi ad organizzare e divertitevi, soprattutto, alla FESTA per il vostro matrimonio! Ridete, cantate, ballate, abbracciate tutti! Se si mangia male, se la bomboniera è orrenda…poco male, ma se i vostri invitati si divertiranno con voi, allora tutto sarà perfetto!!!!! Le spose imbalsamate, rigide, fredde….quelle rendono veramente brutto un ricevimento di nozze!

Un abbraccio e mantenete la calma!!!
Simona
Salvatelasposa


N.B. Trovate gli articoli anche su Ameliste

4 commenti:

Federica ha detto...

ahahahahah siete favolose!!!

lucia.r74 ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
@salvatelasposa! ha detto...

Tutti i commenti sono benvenuti,ma non ci piacciono le pubblicità occulte. Grazie comunque per i complimenti Lucia!

Giulia ha detto...

Che bello, non me lo ricordavo più questo articolo!!! :) Quando ne scriviamo un altro insieme?